12/5/2014

Orexina: la proteina "sveglia" per la cura dell'Alzheimer

E' la proteina che ci aiuta a svegliarci dal sonno, l'orexina, quella che negli ultimi tempi si sta studiando come potenziale bersaglio terapeutico contro il morbo d'Alzheimer. 
A confermarlo è una ricerca condotta da David Holtzman presso la Washington University School of Medicine a St. Louis e pubblicata sul Journal of Experimental Medicine. 
Lo studio dimostra che riducendo l'orexina, prodotta dall'ipotalamo, nel cervello e aumentando quindi il sonno, è forse possibile preservare il cervello dalla malattia. 
Si è osservato, negli anni, che la carenza di orexina causa negli individui disturbi quali narcolessia, che provoca colpi di sonno improvvisi, e recenti studi hanno effettivamente collegato l'alzheimer ai disturbi del sonno. 
In realtà, non si è ancora stabilito un vero e proprio nesso di causa ed effetto tra disturbi del sonno e il morbo, ma gli esperimenti in laboratorio hanno dimostrato che una riduzione dell'orexina porti a dormire di più e quindi ad una riduzione della produzione di placche tossiche "beta amiloide". 
Per questo i ricercatori stanno lavorando allo scopo di produrre farmaci efficaci contro i disturbi del sonno e, quindi, la prevenzione dell'Alzheimer. 
install spyware on android spy app for android phone phone spy app free
how to cure chlamydia go over the counter std test kits
i have cheated on my boyfriend blog.123landlord.com i just cheated on my boyfriend
my husband cheated on me now what i told my husband i cheated on him how do i tell my husband i cheated
naltroxen naltrexone treatment low dose naltrexone ankylosing spondylitis
naltrexone injections open vivitrol for opiate addiction
naltrexone pellet side effects guitar-frets.com naltrexone ldn
injection to stop drinking where to buy low dose naltrexone naltrexone rheumatoid arthritis
naltroxin click can u drink on vivitrol
revia and alcohol site naltrexone and alcohol use
‹‹ Torna indietro