2/19/2016

Alzheimer, ecco dove si sviluppa il morbo

Si era già a conoscenza del fatto che alcune regioni del cervello sono più vulnerabili di altre quando si tratta di malattie neurodegenerative, ma soltanto pochi giorni fa un gruppo di 
ricercatori californiani è riuscito ad individuare il punto esatto nel cervello nel quale l'Alzheimer si sviluppa.
La zona prende il nome di "Locus Coeruleus" e, a giudicare dalle osservazioni degli esperti, pare subisca danni prima ancora che il paziente affetto dalla malattia ne mostri i sintomi. 
Questa piccola parte del nostro corpo si trova precisamente nel tronco cerebrale e ha la funzione di rilasciare noradrenalina, una sostanza chimica che regola la frequenza cardiaca, 
l'attenzione, la memoria e la cognizione. Per la sua posizione, estremamente vicina al cervello, il Locus Coeruleus è estremamente sensibile agli effetti di infezioni e tossine: proprio 
per questa sua suscettibilità, i ricercatori hanno osservato che la zona in esame è la prima a registrare un accumulo della proteina tau, la principale responsabile dell'insorgenza della 
malattia di Alzheimer. Addirittura, gli esperti hanno rilevato che il Locus coeruleus viene danneggiato dalla malattia già intorno ai venti anni.
Tale scoperta porta la medicina un passo più vicina alle fasi iniziali dell'Alzheimer e permetterà di esplorare più a fondo le motivazioni che si nascondono dietro l'insorgenza di questa 
terribile malattia, nella speranza di sviluppare nuovi metodi per scongiurarla. 

neltrexon naltrexone alcohol naltrexone alcohol side effects
heroin detox naltrexone 50 mg half life can you drink alcohol while on naltrexone
naltroxin charamin.jp can u drink on vivitrol
‹‹ Torna indietro